Questo sito contribuisce alla audience di

Racconti inseriti da Silvia Nelli

Questo utente ha inserito contributi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Frasi per ogni occasione, in Proverbi e in Diario.

Scritto da: Silvia Nelli
Sono la classica persona definita "stronza"; perché ha coraggio e volontà di dire le cose in faccia e come stanno. Sono tra quelle persone che vengono definite "diverse" perché si fanno i cazzi loro. Sono tutto questo forse ma ci sono state persone che per me hanno lottato, in me hanno creduto... [continua a leggere »]
Composto venerdì 25 maggio 2001
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Silvia Nelli
    Non siamo mai stati nessuno e mai lo saremo. Lottiamo e ci confondiamo spesso tra la gente. Parliamo spesso invano rincorrendo e pretendendo ascolti che non ci vengono concessi. Ci nascondiamo dentro false forze e squallide paure che ci vergogniamo ad ammettere anche a noi stessi. Strano il mondo... [continua a leggere »]
    Composto martedì 3 luglio 2012
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Silvia Nelli
      Stavo rispolverando un vecchio album di foto. E guardando mio figlio da quando è nato ad oggi. Sono passati 9 anni ormai e credetemi se dico che malgrado tutte le difficoltà della vita sono stati i 9 anni più belli della mia vita. Mi sono sposata a 25 anni e ho avuto Massimo a 30 quasi sono... [continua a leggere »]
      Composto domenica 3 marzo 2013
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Silvia Nelli
        Quando una coscienza naviga in acque pulite non fugge, non teme, non evita lo sguardo di chi lo accusa o i posti dove può incrociare tale sguardo. Quando dici la tua opinione su qualcosa e lo fai in modo chiaro ed educato se ti attaccano ricordati che hai sicuramente fatto centro! Chi non teme e... [continua a leggere »]
        Vota il racconto: Commenta
          Scritto da: Silvia Nelli
          Mi viene rabbia, mi viene ogni volta che penso e leggo e vedo cose che mi danno la nausea. Mi fermo un attimo a pensare a riflettere e mi accorgo quanto più facile sarebbe stringersi in un abbraccio, dirsi ti voglio bene, ascoltare e cercare di capire che non esiste sempre e solo il nostro di... [continua a leggere »]
          Composto domenica 17 giugno 2012
          Vota il racconto: Commenta