Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Monica Franceschinis

Non sarà

Perfino le parole che scrivo
sono macchiate di te.
Perfino i minuti che ti ho dedicato,
li vedo scorrere sulle lancette dell'orologio.
Perfino le giornate
mi ricordano te.
Non saranno quegli screen
a chiamarti ricordo
e non saranno quelle lettere a chiamarti passato.
Perfino il buio
è sostanza di te.
Anche la luce del giorno
che ti ho dedicato
mi tiene per mano.
E non sarà un mio sorriso
che ti dice addio,
non sarà una stella
a dirmi che sei lontano
non sarà una foglia secca
che cade a terra a dire basta
sarà felicità
quando
tra le righe della mia poesia
non ci sarà più il mio nome.
Composta domenica 29 marzo 2015
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Monica Franceschinis

    Un passo indietro

    Con uno schiocco delle dita,
    torno indietro di 50 anni fa.
    Il telefono non esisteva,
    i social network nemmeno pensati,
    i tradimenti,
    l'odio,
    le ingiustizie,
    erano ancora da nominare.
    Il sorriso,
    non era una richiesta,
    era un istinto:
    pure e essenziale,
    come la semplicità di volersi bene.
    L'amicizia era una parola
    che non si pronunciava,
    tra le lacrime
    di un amico perso,
    ferito,
    tradito e deluso
    ma era una parola
    che scorreva assieme al sangue,
    quotidiana e impossibile da distruggere.
    Il buio della notte
    che nasconde
    gli spettri della paura
    di essere aggrediti, feriti e uccisi,
    ma era attraversata dalla dolce luna
    che illuminava le scorribande
    e la voglia di vivere.
    Ora basta schiacciare un tasto,
    per sapere che qualcun altro
    ci ha lasciato.
    Composta venerdì 17 gennaio 2014
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Monica Franceschinis

      Amica

      Nei tuoi occhi,
      sento il fuoco
      che mi scalda il cuore
      quando la tristezza mi abbraccia.
      Le mie lacrime
      passate, presente e future
      possono essere asciugate con una tua carezza.
      Le ferite del mio cuore,
      possono essere guarite
      con una sola parola,
      un solo abbraccio.
      Ti ringrazio per gli occhi che mi concedi,
      per gli abbracci
      che come una piccola magia
      mi ridanno il sorriso.
      Composta mercoledì 18 dicembre 2013
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Monica Franceschinis

        Fiamme

        Ho bruciato i miei pensieri tra le fiamme,
        ho sotterrato il mio dolore,
        la cenere vola via lontana
        portata dal vento,
        assieme alle lacrime
        le quali rigano il mio volto,
        bagnando la mia anima,
        facendola soffocare.
        Righe nere di trucco
        disegnano la disperazione su mio volto,
        sono senza una maschera,
        senza pelle,
        completamente indifesa
        dalle ferite che sanguinano.
        Per le cicatrici dovrò aspettare il tempo
        che mi abbracci
        regalandomi un sorriso
        che nella tristezza
        sembra impossibile da fare.
        Composta martedì 3 dicembre 2013
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Monica Franceschinis

          Ferma il tempo

          Voglio stringerti tra le mie braccia,
          fammi scaldare dal calore,
          che solo una stella dal profondo celeste può darmi.
          Voglio vedere i miei occhi
          brillare al riflesso della rugiada che ho davanti,
          la quale mi disseta
          con una sola parola,
          un solo gesto
          Voglio vedere la mia anima
          che vibra quando pronuncio il mio nome,
          voglio vedere
          come le mie guance si tingono di un innocente rosso alla luce del sole.
          Voglio fermare il cuore
          che mi scoppia nel petto
          e gelare il tempo
          purché non passi mai
          e si fermi,
          senza che tutto diventi un ricordo.
          Vota la poesia: Commenta