Poesie inserite da Nastjia

Questo utente ha inserito contributi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Nastjia

Per un'amica

Nel silenzio
di queste parole che non trovo,
rifletto il tuo dolore,
amica appena nata.
Mi si stringe il cuore
nel saperti abbandonata
a cotanta sofferenza.
Rinasce però la speranza
che una dolce confidenza,
ed un comune sentire
possano
il tuo animo provato,
allegerire.
Questo ho imparato
in quest'anno fortunato:
forse non posso dire
o fino in fondo capire,
ma posso,
con il mio percepire
dividere il tuo dolore
per rinfrancare il cuore...
Composta venerdì 8 giugno 2012
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Nastjia

    Semplicemente

    Quell'abisso
    che sono i tuoi occhi,
    mi scava dentro.
    Nell'illusione che passa
    osservo il tuo divenire.
    Il mio cuore rosso di lacrime consunte
    ha smesso di piangere.
    La mia mente di mare annegata
    nella spuma delle onde perde
    gli ultimi brandelli di intimità.
    Semplicemente non sei qui,
    semplicemente non ci sei,
    semplicemente la tua strada,
    allontanandosi
    si discosta dalla mia...
    Eppure,
    mi manchi.
    Eppure,
    sei dentro di me.
    Composta lunedì 23 aprile 2012
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Nastjia

      La notte

      La notte è buia,
      la notte è paura,
      la notte è tormento vibrante d'arsura.
      La notte è spenta,
      la notte è perduta,
      la notte è distrutta da una nuova paura.
      Il cuore che batte,
      la testa che sbatte,
      il pianto a dirotto,
      lo stomaco sfatto.
      Ed è di nuovo rimpianto,
      di contro l'angoscia,
      di sole o di luna
      è un'ascia che sfascia
      fino all'aurora.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Nastjia

        Nell'attesa

        Un Crepuscolo si affaccia alla mente.
        Penombra ed avidità
        che si rincorrono.
        Un cavallo sbatte strepitante
        uno zoccolo a terra,
        Forte echeggia limpido
        il suo nitrito,
        è l'oscurità che avanza,
        è un'altra notte di attesa
        in questo giorno,
        nell'illusione sorda
        di poter comprendere,
        di poterti comprendere...
        C'è sempre luce
        dopo la notte,
        c'è sempre una nuova fonte
        dopo l'arsura.
        Composta giovedì 29 marzo 2012
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di