Questo sito contribuisce alla audience di

Post inseriti da Sannino Michele

Questo utente ha inserito contributi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritto da: Sannino Michele
Se la vita mi ha reso quel che sono non è certo colpa tua che mi sei a fianco. Il mio essere un'anima libera, libera di essere ciò che voglio e di fare tutto quello che una mente chiusa nei labirinti imposti non è, come quelle persone che amano il palcoscenico della vita. Non preoccuparti se mi vedi solo, la solitudine è fatta per le anime libere, loro odiano i labirinti mentali, il palcoscenico della vita, le costrizioni fatte per menti mediocre.
Composto domenica 5 marzo 2017
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Sannino Michele
    C'è chi ha il cuore ferito e ha perso la fiducia in se stesso negli altri e di fare un passo avanti. C'è chi dopo una disavventura non vuole più crede nel sentimento dell'amore e ha un rifiuto quando si parla di credere nelle persone. A quelle persone va il mio pensiero per dargli forza, coraggio e fargli capire che nessuno deve perdere nulla, nessuno merita una vita all'insegna della sfiducia, quindi credi sempre in te stesso e nelle persone che ti dimostrano ciò che pensano di te, perché tanto non ti cambia nulla e le delusioni passate non le cancelli. Non dargli lo sfizio di ferirti ancora, la vita va avanti e in ognuno di noi nel suo piccolo è guerriero, eroe, sì eroe se si ha il coraggio di alzarsi e andare avanti e se decidi di superare le difficoltà come le delusioni e chiudere quella porta del passato ritorna ciò che sei, che eri, comincia a credere che nulla è perduto.
    Composto martedì 17 gennaio 2017
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Sannino Michele
      Riflessione, non di vita ma quella che io vedo ascoltando. Ci sono quelle persone che gridano aiuto sono caduto nel vortice della sfortuna. Aiuto la Vita mi fa maleeeeee. Aiuto sono stanco non ti sopporto più, voglio mollarti, mollare tutto, ma non so come fare ho dimenticato come posso fare, mi sono dimenticato anche di volermi bene. Perché questa riflessione? Semplice è per dire non lamentatevi di ciò che avete voluto, non lamentatevi se vi siete dimenticati che Dio vi diete il libero arbitrio e disse chi è causa dei suoi mali pianga se stesso. Perché dico questo? Perché osservo, ascolto, mentre mi duole il cuore non potervi aiutare, perché gridate, gridate, ma non tendete la mano.
      Composto domenica 19 febbraio 2017
      Vota il post: Commenta