Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Io sono l'uomo più perseguitato della storia." di Silvio Berlusconi


17
postato da , il
Ma gli italiani non erano il popolo dei poeti, dei santi, dei navigatori...deduco, quindi, che un barlume di intelligenza alberghi ancora nei nostri cervelli, per lo meno mi illudo...ma allora: PERCHE', PERCHE', PERCHE'...siamo finiti cosi'in basso e un uomo dedito a scorrettezze di ogni sorta guida il nostro governo?
16
postato da , il
Non penso proprio che il signo Berlusconi sia un buon esempio .. tutt'altro .... lo considero una sciagura
15
postato da , il
Antonino devo contradirti questa volta. Guarda l'evidenza non il partito ma l'uomo e ciò che ha compiuto...
Se il mio vicino uccide cosa faccio ?insegno ai miei figli di guuardare il lato positivo?


No Antonino si può condividere o meno un partito politico ma non possiamo insegnare ai nostri figli a guardare il lato positivo di un delinquente ( se delinquente è)chiunque esso sia.
14
postato da , il
Condivido il commento di Alessandro
13
postato da , il
Più una persona diventa popolare, e più sono le attenzioni rivolte nei suoi confronti.
Più la sua popolarità lo porta in risalto, e più sono le persone che lo vorrebbero far cadere dal trono.
Forse tutti noi sbagliamo, ed anziché prestare più attenzione alle doti delle persone di successo, ci perdiamo a spulciare nel facilissimo elenco dei difetti che ognuno possiede.
La nostra vita, è il risultato delle scelte fatte dai grandi leader che nella storia ci hanno preceduto.
In ognuno di loro c' era del talento, e dei difetti, io preferisco prendere esempio dalle loro capacità, ed insegnare questo ai miei figli,
indipendentemente dal mio credo politico o religioso...

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti