Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Saggia è la persona che crede di non esserlo..." di Assunta Caruso

Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati

18
postato da , il
per me è più bella questa ce quella delle lacrime.
17
postato da , il
Sicuramente la migliore, dopo quella delle lacrime in "comportamento".
Complimenti.
16
postato da , il
L'autrice, secondo il mio parere, intendeva un semplice fatto: di certo noi non siamo dotati di una conoscenza innata, perché esiste appunto il detto " non si nasce imparati", ma abbiamo delle inclinazioni che ci permettono di scegliere ciò che può farci bene e ciò che può farci male, nel sottoporsi ed affrontare le esperienza di vita. Proprio i decorsi di tale esperienza ci aiutano a comprendere gli errori da non commettere in seguito e di acquisire quel livello di saggezza che ci rende maturi e forti per fronteggiare situazioni simili.Essendo dei piccoli chicchi d'uva in un grappolo che diventa infinitesimale nella grandezza dell'universo, sta a noi distinguerci dalla massa, senza omologarci agli
altri grappoli, che, per apparire, producono tanto, troppo vino, ma di scarsa qualità. Meglio poco vino, purché sia delizioso.
15
postato da , il
Che cos'è la sapienza?
E' la conoscenza  contraddittoria garantita dagli dèi, che emerge dal vissuto, e non la socratica retorica del discorso.
Fa bene Aristofane nelle "Nuvole" a deridere Socrate.
14
postato da , il
Diciamo che per la prima parte c'è stato un influsso Socratico =)Per la seconda parte...la metafora non è quella che tocca il senso della frase.
Ma questo è il mio modesto parere;-)

Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati