Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Animula vagula blandula, Hospes comesque..." di Publius Aelius Hadrian (Publius Aelius Traianus Hadrianus)


16
postato da , il
ECCO IL TESTO ESATTO, COME FU SCRITTO DA :Publio Elio Adriano.
"Animula vagula, blandula, hospes comesque corporis quae nunc abibis in loca pallidula, rigida, nudula, nec, ut soles, dabis iocos".

Osservo solo che , rispetto alla versione di Pugliese, nel testo orignale viene usato quae, e NON qua.

paucis pauca verba ...
15
postato da , il
Che dire...ti tocca il cuore e..
14
postato da , il
Mi sono innamorata di Adriano, della sua dolcezza e della sua voglia di pace. Ora la mia piccola anima vaga alla ricerca della felicità.
13
postato da , il
Come non rimanere estasiati all’udire la nostra mente silenziosa riverberare uno, due, tre………volte questi versi,

come fossero goccia d’acqua che cade sempre nel medesimo punto,

e da lì, allargandosi, espandere la nostra consapevolezza di essere molto più di un limite fisico…
12
postato da , il
vorrei fosse completa

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti