Commenti a ""Umanità, mi stai sul cazzo da sempre". Ecco..." di Charles Bukowski


12
postato da , il
Per essere un grande scrittore


Ti devi f0ttere un gran numero di donne, belle donne
e scrivere qualche decente poesia d’amore.
e non preoccuparti degli anni
e/o per i nuovi talenti.
bevi solo più birra
ancora e ancora birra
e va’ alle corse almeno una volta alla
settimana
e vinci
se puoi.
imparare a vincere è duro ,
qualsiasi fesso può essere un buon perdente.
Non dimenticare il tuo Brahms
e il tuo Bach e la tua birra.
Non fare troppa pratica
dormi fino a mezzogiorno.
Evita le carte di credito
e di pagare alcunché per tempo.
Ricorda che in questo mondo non c’è
un cul0 che valga più di 50 dollari (nel 1977)
e se hai la capacità di amare
ama innanzitutto te stesso
ma sii sempre cosciente della possibilità di una
sc0nfitta totale
che la ragione di quella sc0nfitta
ti sembri giusta o sbagliata.
un prematuro assaggio di m0rte non è necessariamente
una bru-tta cosa.
Stai lontano da chiese, bar e musei,
e come il ragno sii
paziente
il tempo è la croce di ognuno
oltre
all’esilio
alla sconfitta
al tradimento.
a tutto quel ciar-pame.
Stai con la tua birra
la birra è san-gue continuo
un’amante continua.
Procurati una grossa macchina da scrivere
e mentre i passi vanno avanti e indietro
fuori dalla tua finestra
picchia quella cosa
picchiala duro
fanne un c0mbattiment0 da peso massimo.
Fanne il toro quando carica la prima volta.
E ricordati dei vecchi cani
che hanno com-battut0 bene :
Hemingway, Celine, Dostoevskij, Hamsun.
Se pensi che non siano diventati ma-tti
nelle loro stanzette
proprio come sta succedendo a te adesso.
Senza donne
senza cibo
senza speranza
allora non sei pronto
bevi altra birra
c’è tempo.
e se non ce n’è
va bene lo stesso.

Charles Bukowski
L’amore è un cane che viene dall’in-ferno





Wikipedia

Ha scritto sei romanzi, centinaia di racconti e migliaia di poesie, per un totale di oltre sessanta libri. Il contenuto di questi tratta della sua vita, caratterizzata da un rapporto m0rb0so con l'alc0l, da frequenti esperienze se-s-su-ali e da rapporti tempest0si con le persone.
11
postato da , il
... comunque pare si sia distrutto fino a 74 anni ...
10
postato da , il
Mi piace molto di ciò che ha scritto Charles, ma probabilmente a livello personale l'avrei detestato. Di lui è meravigliosa la mancanza di ipocrisia nelle sue scelte di vita, ma ciò non toglie che fosse anche un alcolizzato put*aniere. Asserire di detestare l'umanità con vera coscienza, ritengo comporti anche il fatto di detestatre inevitabilmente se stessi, ed è questa che ammiro di Bucowski, la coerenza per le sue parole tale da portarlo all'autodostruzione ed il menifreghismo ad accettare compromessi con ciò che avrebbe potuto aiutarlo nella "popolarità", ma in cui lui non credeva.
9
postato da , il
Certo, Giuseppe. Quì nessuno dice che l'umanità è senza speranza, Charles dice che l'umanità, quella che lui si trova intorno, gli sta - come dire - leggermente antipatica ...

Magari se l'umanità migliorasse (nel caso dell'autore: fosse migliorata) si potrebbe provare una maggior simpatia per lei!!!

:)
8
postato da , il
Sagea la penso come te........ un abbraccio ciao....... io voto ******** alla frase e ********************************************************* al mio scrittore preferito.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti

Questo sito contribuisce alla audience di