Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a ""Umanità, mi stai sul cazzo da sempre". Ecco..." di Charles Bukowski


16
postato da , il
@Giuseppe Freda, non sempre la penso così ma a volte capita! o no?
Sappiamo tutti chi era Buk.....qualcuno diceva però che "dal letame nascono fiori" quel qualcuno è, credo uno dei maggiori poeti contemporanei! Paul quello che hai scritto di Buk penso sia molto reale........grazie a Tutti per aver manifestato il proprio pensiero, ogni opinione è per me fonte di riflessione specialmente dinanzi ad una frase per così dire "difficile" :)
15
postato da , il
Ma soprattutto senza disperazione.
14
postato da , il
Sir Jo, mi permetto di dissentire dalla tua... "edulcorazione".. Non risulta dalla frase che "Charles" detestasse l'umanità che si trovava intorno, ma l'umanità, tout court. Si ricade quindi inevitabilmente nelle giuste considerazioni svolte da Paul Mehis: e dimmi di quale speranza possa essere portatore un uomo che detesta l'umanità e di conseguenza se stesso.
    Non c'è niente da fare: il messaggio di Bukowski è decadente, cialtrone e diseducativo. Inoltre il verbo detestare mi sembra un eufemismo non dovuto nè al soggetto, nè a chi se ne ciba... 
E allora, mr. Bukowski, per dirla tutta: mi stai esattamente sul ca*z*z*o nella identica misura in cui poteva starci a te l'umanità.
E' tuttavia singolare che alla conclusione di detestare Bukowski siamo potuti pervenire concordemente sia io che Bukowski partendo da idee opposte circa l'umanità.
A mio avviso è segno che l'unico soggetto detestabile fosse, per l'appunto, o Bukowski o io stesso. Ma, quanto a me, quantunque molti mi detestino, non mi detesto io: e dunque il consenso al riguardo non è universale quanto per lui.
Forse così sono riuscito a spiegarmi in maniera più immediata e comprensibile.  : ))
Ultima cosa: non è necessario essere ubriaconi, put*t*anieri e cu*lat*-toni per essere geniali. Conosco diversa gente che lo è serenamente senza tanti orpelli e coreografie.
13
postato da , il
e se dava buon esempi all'umanità, per  illuminarci, per migliorare quest'umanita trattata cosi male senza lasciarla di emmergersi
12
postato da , il
Per essere un grande scrittore


Ti devi f0ttere un gran numero di donne, belle donne
e scrivere qualche decente poesia d’amore.
e non preoccuparti degli anni
e/o per i nuovi talenti.
bevi solo più birra
ancora e ancora birra
e va’ alle corse almeno una volta alla
settimana
e vinci
se puoi.
imparare a vincere è duro ,
qualsiasi fesso può essere un buon perdente.
Non dimenticare il tuo Brahms
e il tuo Bach e la tua birra.
Non fare troppa pratica
dormi fino a mezzogiorno.
Evita le carte di credito
e di pagare alcunché per tempo.
Ricorda che in questo mondo non c’è
un cul0 che valga più di 50 dollari (nel 1977)
e se hai la capacità di amare
ama innanzitutto te stesso
ma sii sempre cosciente della possibilità di una
sc0nfitta totale
che la ragione di quella sc0nfitta
ti sembri giusta o sbagliata.
un prematuro assaggio di m0rte non è necessariamente
una bru-tta cosa.
Stai lontano da chiese, bar e musei,
e come il ragno sii
paziente
il tempo è la croce di ognuno
oltre
all’esilio
alla sconfitta
al tradimento.
a tutto quel ciar-pame.
Stai con la tua birra
la birra è san-gue continuo
un’amante continua.
Procurati una grossa macchina da scrivere
e mentre i passi vanno avanti e indietro
fuori dalla tua finestra
picchia quella cosa
picchiala duro
fanne un c0mbattiment0 da peso massimo.
Fanne il toro quando carica la prima volta.
E ricordati dei vecchi cani
che hanno com-battut0 bene :
Hemingway, Celine, Dostoevskij, Hamsun.
Se pensi che non siano diventati ma-tti
nelle loro stanzette
proprio come sta succedendo a te adesso.
Senza donne
senza cibo
senza speranza
allora non sei pronto
bevi altra birra
c’è tempo.
e se non ce n’è
va bene lo stesso.

Charles Bukowski
L’amore è un cane che viene dall’in-ferno





Wikipedia

Ha scritto sei romanzi, centinaia di racconti e migliaia di poesie, per un totale di oltre sessanta libri. Il contenuto di questi tratta della sua vita, caratterizzata da un rapporto m0rb0so con l'alc0l, da frequenti esperienze se-s-su-ali e da rapporti tempest0si con le persone.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti