Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Se tutti lavorassero per il proprio pane e..." di Mahatma Gandhi (Mohandas Karmchand Gandhi)


46
postato da , il
Fai attenzione Klara
alla tavola imbandita da Vincenzo
anche la tavola di Giuseppe Catalfamo è pericolosa.
45
postato da , il
Klara: bisogna mettersi a tavola.
Io i cibi dell'anima li so cucinare. Gli altri no.  : (((
44
postato da , il
oltre il cibo del corpo, c'é il cibo dell'anima, il cibo dei desideri, il cibo per i nostri sogni...
insomma la nostra vita é una tavolata di vari cibi nutrienti:-))))))
e bisogna  mettersi da fare...
:-)
43
postato da , il
Flavia, se davvero hai sincero interesse a questa ricerca, io sono pronto, prontissimo a fare l'analisi che dici, e a farla anche su questo post, pubblicamente.
Sono naturalmente pronto ad esprimere al riguardo la MIA opinione, maturatasi in una ricerca durata anni e anni (direi anzi, tutta una vita); ricerca che tuttavia presuppone una seria esigenza di verità, e non solo una mera curiosità. Se ci stai, dimmelo, e andiamo avanti.
42
postato da , il
Vincenzo hai perfettamente ragione, la penso allo stesso modo. Ma c'è bisogno di analizzare  alcuni passi del Vangelo, li trovo cruenti.

Pino si dovrebbe fare un'analisi approfondita per distinguere l'umano dal divino.
Il figlio che ubbidisce al padre in toto non opera alcun cambiamento positivo nell'ingranaggio. Accettata la Macchina quando "intruppa" la si ripristina come prima, il ruolo della donna nel marchingegno iniziale è paradossale e credo anche comodo per il genere femminile, è svuotato da responsabilità .

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti