Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "La mia è una laurea cum loden. Magari se l..." di Lucia Gaianigo


401
postato da , il
Così, così pensi di poter distinguere
il paradiso dall'inferno?
Cieli blu dal dolore?
Puoi distinguere un campo verde
da un freddo binario d'acciaio?
Un sorriso da un velo?
Pensi di essere capace di distinguerli?

E ti hanno portato a barattare
i tuoi eroi con dei fantasmi?
Ceneri roventi per degli alberi?
Aria bollente con una fresca brezza?
Una magra consolazione per il cambiamento?
E hai scambiato una parte da comparsa in guerra
con un ruolo di comando in gabbia?

Come vorrei, come vorrei che tu fossi qui.
Siamo solo due anime perse che nuotano in una boccia per i pesci.
Anno dopo anno,
correndo sempre sul solito terreno,
cosa abbiamo trovato?
Le stesse vecchie paure.
Vorrei che tu fossi qui.
400
postato da , il
Vedi? Invece De Filippo è internazionale, lo capiscono anche in Arabia Saudita: non ha bisogno di traduzioni.  : )))))
399
postato da , il
Un testo così relativamente ai problemi del XX e adesso del XXI secolo ha piena chiarezza ed è lampante ed immediato ... almeno tradotto in italiano ;)

Non dir di no altrimenti pubblico tutta la discografia completa ...
398
postato da , il
Nella traduzione ravviso alcuni errori trascurabili ed uno no!!!

L'ultimo verso sarebbe il caso di tradurlo

Insieme rimaniamo in piedi (reggiamo), divisi cadiamo
397
postato da , il
E come se non hanno un senso.
Pevò De Filippo è più immediato, più poetico, avviva divettamente al cuove dei pvoblemi sociali.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti