Questo sito contribuisce alla audience di

Frasi inserite da Silvia Nelli

Questo utente ha inserito contributi anche in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione, in Proverbi e in Diario.

Scritta da: Silvia Nelli
Si parla di donne ferite, tradite e deluse. Ma in realtà non fa differenza; uomo o donna che sia. Ci sono uomini sbagliati e donne sbagliate, ma ci sono uomini onesti e donne oneste. Entrambi soffrono se usano il cuore in modo onesto. Entrambi piangono e cambiano con le delusioni. Ricordiamoci di non far mai pagare a chi
incontreremo "dopo" ciò che c'è stato fatto da chi abbiamo incontrato "prima"!
Composta sabato 4 luglio 1998
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Silvia Nelli
    Quando ho pensato di non farcela, ho voltato lo sguardo laddove c'era chi già non ce l'aveva fatta. E ho capito! Ragazzi non vi fermate, non vi arenate mai! Non gettate la vita, non bruciatela. Godetela ma nel giusto, in modo folle ma saggio. Volate con le ali giuste senza indossare quelle che non hanno la capacità di farvi atterrare in modo doloroso ma non fatale. La vita è una sola e non torna più!
    Composta giovedì 19 settembre 2013
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Silvia Nelli
      C'è qualcosa si strano a volte che lega le persone. Quel filo sottile e diverso dagli altri rapporti che è quasi impercettibile ma che fa la differenza. Alcune persone riescono a invaderti l'anima in un modo così bello e delicato che capisci che hanno qualcosa di diverso dal resto del mondo. Io non so che cosa abbia legato noi, non so che
      cosa mi abbia fatto sentire così vicino a te. Però so che tra me e te c'è qualcosa di diverso, di raro che non posso permettermi di perdere.
      Composta venerdì 22 giugno 2001
      Vota la frase: Commenta
        Scritta da: Silvia Nelli
        Che cosa vuoi che ti dica, che sono stata male, che mi sono sentita persa? Vuoi sapere quante notti ho passato a piangere e a dannarmi l'anima? Oppure vuoi sapere quanto in cuor mio ti ho aspettato. Potrei dirti tutto quello che vuoi, perché per me non cambierebbe una virgola. È il mio passato, un passato superato ormai. Ricordati però che non cambierebbe una virgola nemmeno per te. Tu non saresti in grado di capire ciò che dico, non saresti
        capace di comprendere le mie parole, ne di immaginare i miei stati d'animo in quei momenti. Se parlassi riempirei solo il tuo ego di merda e te ne andresti senza aver capito niente di tutto ciò che avresti dovuto capire.
        Composta lunedì 23 aprile 2001
        Vota la frase: Commenta