Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a ""Cos'è il peggio per voi?" "Per me è quando..." di Arturo Pérez-Reverte


9
postato da , il
I libri possono essere un ottimo strumento di conoscenza oppure solo un altro dei tanti modi che ci sonp per farsi mettere in riga.
Le trappole sono d'appertutto.

Quanto alla frequentazione di circoli letterari sto prendendo sempre più in considerazione il fatto che è preferibile una comunità di tossici. 
C'è quasi una sorta di mania incontrollata e malsana nel voler rivelare tutto della propria mente che inizia a farmi  un certo effetto negativo . Ma questo non l'avrei mai capito se non avessi osservato " gli altri" topi .
Grazie .
Di cuore a tutti .
8
postato da , il
Una volta .
Ormai i topi conoscono le abitudini e le trappole degli altri topi .
Fare buon viso a cattivo gioco è il mio gioco preferito . Non so se è  attinente con la frase ... ma è  così .
7
postato da , il
http://youtu.be/TaEePtLipY8
6
postato da , il
A meno che uno/a non sia tanto stupido da causare il suo stesso male senza cause apparenti e senza rendersene conto . In tal caso è un inetto fuori da ogni discorso.
Ovvero la stragrande maggioranza .
5
postato da , il
E veniamo alla frase .  Senza speranza perché ?
Se si accende la Speranza più Grande ..Niente può distruggerla e si può cadere in una trappola mortale , senza apparente via d'uscita !
Ma la mente può oltre questi limiti .
E la prova è che : Niente e nessuno obbliga ad uccidere il topo quando è in trappola.    Io l'ho fatto personalmente . Lo stesso vale per l'uomo.
Non esiste una trappola dalla quale non si possa fuggire...
neppure La Morte è così spietata come sembrerebbe .
Ma forse questo è un pensiero troppo alto ..
Infine Essere partecipi della propria cattura può essere un gesto volitivo , ed è talmente comune che è quasi luogo comune... Per cui .. se sono causa del mio male lo so !   E se lo so avrò già previsto diecimila contromisure .

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti