Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a Prendimi come sono di Papa Giovanni Paolo I (Albino Luciani)


19
postato da , il
Salvatore, non mi permetterei mai! Naturalmente intendevo dire la citazione che riporta le parole del Santissimo Padre Giovanni Paolo, ma mi sembra che questo era già chiaro a tutti, non credi?
Comunque scusami se mi sono espresso male.
18
postato da yeratel, il
Scusate ma a mio avviso il paragone non regge... una mamma "zoppa", malata o vecchia che sia merita che le si voglia bene... ed ella non fà male a nessuno, ma, una madre chiesa è composta da molteplici componenti più o meno trasparenti che come tutti commettono errori...ma la mia mamma non mi ha mai chiesto di far penitenza per delle regole che hanno infranto altri...
17
postato da , il
La tua citazione?
16
postato da , il
Caro Salvatore, ti ringrazio per aver impreziosito la mia citazione col tuo preziosissimo contributo!
15
postato da , il
GIOVANNI PAOLO I
UDIENZA GENERALE

Mercoledì 13 settembre 1978
Vivere la fede.


Il mio primo saluto va ai miei confratelli vescovi, che vedo qui numerosi.

Papa Giovanni, in una sua nota, che è stata anche stampata, ha detto: « Stavolta ho fatto il ritiro sulle 7 lampade della santificazione ».
E' madre anche la Chiesa. Se è continuatrice di Cristo e Cristo è buono: anche la Chiesa deve essere buona; buona verso tutti; ma se per caso, qualche volta ci fossero nella Chiesa dei cattivi? Noi ce l'abbiamo, la mamma. Se la mamma è malata, se mia madre per caso diventasse zoppa, io le voglio più bene ancora…

…Cerchiamo di migliorare la Chiesa, diventando noi più buoni. Ciascuno di noi e tutta la Chiesa potrebbe recitare la preghiera ch'io sono solito recitare: Signore, prendimi come sono, con i miei difetti, con le mie mancanze, ma fammi diventare come tu mi desideri.

© Copyright 1978 - Libreria Editrice Vaticana

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti