Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "C'era qualcosa nel tuo sguardo che solo dopo..." di Giuseppe Catalfamo


6
postato da , il
Grazie Santa Barbara (è un anno che non ti chiamo così :)non sono in accordo che tu non saresti riuscita a definirlo meglio (ed ora i violini :).....Cara Silvana come sempre vai oltre con sentimento,purtroppo il destino ad Ana tre anni fa non gli ha più concesso un "poi". Vi abbraccio forte forte.
5
postato da , il
...la complicità, il rispetto insieme all'amore  è quello che scrive il poi di ogni storia  di "noi"...
4
postato da , il
Complicità. Adoro questo termine, per gli stessi significati che tu stesso gli attribuisci. Non avrei saputo definirlo meglio, di quanto sei riuscito a fare tu!

***** :-))
3
postato da , il
Commento sicuramente graditissimo perchè costruttivo....anche se questa sensazione l'ho provata in assoluto con una donna e non ho trovato nulla di divino...eramo Dei di noi stessi. Grazie Abbraccio :)
2
postato da , il
Hai davvero colto la sensazione che manca nella vita..la complicita' che e' data dal sentire sulla proprio spalla la mano di Dio ogni qual volta compiamo una giusta azione.La giusta azione puo' avvenire in ogni istante,in qualsiasi momento,ogni volta che si viene a contatto con cose o persone.Mettendo Amore in ogni singola azione percepiremo la mano di Dio che ci guida.Grazie Giuseppe di avermi dato l'opportunita' con la tua frase di donare questo commento(che sia condiviso o meno..grazie).Ciao

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti