Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Che vanità, voler penetrare il bersaglio..." di Confucio


10
postato da , il
Vedi Giuseppe anche l'intenzione , se pur meritevole, può essere nociva.
Nel percorso intrapreso nel centrare il bersaglio, la nostra concentrazione  che si applica nell'intento stesso può avere conseguenze deleterie , quindi il gesto in sè della perseveranza deve per forza di cosa includere una buona dose di egoismo personale, cioè la ricerca del proprio benessere. Caso contrario la distrazione nel gesto può deconcentrare e portare a mancare l'obbiettivo.
A questo punto si dice , almeno ho provato, ma in verità credo che non lo si volesse veramente.
9
postato da , il
Allora, tentiamo di analizzare più a fondo questo pensiero.
Mi sembra ovvio che esso non si riferisca al tiro con l'arco, ma all'azione umana, valutando quest'ultima da un punto di vista sia empirico che etico.
In questa, che mi sembra l'unica accezione possibile, io comprendo quanto segue:
Tirare con l'arco = AGIRE.
Penetrare il bersaglio = il risultato che si intende conseguire con l'azione.
Ogni azione, infatti, ha una componente psicologica INTENZIONALE che tende a conseguire un risultato, un fine.
In questo contesto, la correttezza del gesto mi sembra essere la correttezza dell'intenzione (e,conseguentemente, dell'azione, del "gesto"). Il risultato dell'azione, viceversa, è sottratto alle nostre possibilità di controllo, né è ascrivibile a nostro merito, in quanto soggetto a mille altri fattori causali (anche talora di natura casuale) ed è dunque vanità volerlo perseguire ad ogni costo. Unico bersaglio, dunque, che l'uomo può perseguire è la correttezza dell'intenzione (e, conseguentemente, dell'azione).
Non riesco a vedere la possibilità di una diversa interpretazione.
8
postato da , il
L' importante è andare oltre il bersaglio, ma non trapassandolo, tanta è stata l' energia riposta nel tendere l' arco, no, l' importante è non usare più forza di quella che occorre alla verità, contenuta nel gesto, per prendere vita e manifestarsi per ciò che è.
Colpire il bersaglio "non è importante" , solo la constatazione della verità che trasporta la freccia è importante.
Questo è il vero obbiettivo, il vero bersaglio.
7
postato da , il
nel deserto
per quaranta giorni.

Non sto scherzando ma mi serve un po' di tempo per rielaborare

COSA??? non riesco a mettere a fuoco l'obiettivo
mi manca la correttezza del gesto
Di sicuro ci vuole esercizio.
6
postato da , il
Vado a meditare

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti