Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Il poeta comincia dove finisce l'uomo. Il..." di José Ortega y Gasset


3
postato da , il
L'ANIMA DEL POETA ????

William Blake, dice che l'immaginazione non è uno stato mentale, è l'esistenza stessa.
(facile per chi vive solo di pane a fantasia tutto il giorno).

Osho, dopo 10 000 libri di letture sosteneva che la troppa conoscenza poteva essere un rischio  (ma probabilmente perfino questo lo ha imparato dai libri e ha creato un impero dicendo che nella vita conta solo l'amore , il resto è spazzatura --- come gli piacevano però le rolls royce , ce ne aveva 97, tutti regali dei suoi "fedelissimi" POLLI).


Nietzsche diceva che l'uomo doveva superare se stesso ( ma l'uomo non può uscire da se stesso, e  non vi consiglio di provarci perchè c'è il rischio che scendiate in strada ad abbracciare disperati il primo cavallo che vi capita a tiro ),

Potrei andare avanti fino a domani....



Io sento tutti sti profeti, sti poeti, questi uomini che professano ( a volte usando l'astuta modestia per sentirsi più credibili anche con se stessi)...
ma io mi chiedo una cosa:  ma un libro scritto interamente da un asino...... non sarebbe meglio ?.

Potrei dire che l'essere umano mi sta annoiando sempre di più,
ma probabilmente qualcun'altro  lo avrà già scritto...

Cioran ad esempio.


Ritornate a come quando non eravate nati.
E' l'unica salvezza possibile.! 
( Ma non ne sono neanche tanto sicuro)


Saluti
2
postato da , il
E' giusto, invece: il destino dell'uomo è vivere la sua vita umana; quello del poeta, inventarsi di essere un poeta. Casi di questo genere se ne vedono a centinaia...  ; )))))))
1
postato da , il
credevo il poeta scrivesse/inventasse tempi,luoghi, situazioni o emozioni vissute totalmente o in parte.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti