Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Vivere il giorno dopo come il giorno..." di Salvatore Riggio


9
postato da , il
AH ! Salvatore che uomo saggio sei !  A volte è difficile fare il salto ,
soprattutto quando il tuo salto è quello della 'quaglia' !!!
8
postato da , il
soprattutto quando il giorno prima e pessimo e sospetto che il prossimo pure e così via, in questo caso mooooooolto meglio cambiare!!! (cit Sergio)

appunto, io non ho detto che è meglio rivivere il ieri, ma che è difficile cambiare il "domani"
7
postato da , il
in quel senso è molto più semplice non cambiare e accontentarsi che vivere un giorno differente, stesso discorso, non ho detto nella mia frase che vogliamo sempre vivere lo stesso giorno sergio, bensi sia più facile rivivere il ieri che un nuovo giorno, anche nella mala sorte risulta difficile vivere l'indomani in modo diverso, anche se vorremmo che cambiasse
6
postato da , il
io parlo sopratutto del non cambiamento, del essere prigionieri di una vita stanzia, che si accetta di stare cosi comè per paura di cambiare, essere prigionieri di una routine giornaliera che non da soddisfazioni ma che accettiamo perchè ormai è la "nostra vita" e non vogliamo cambiare nulla per paura di dover "Ri iniziare", essere prigionieri di una gabbia d'orata,
5
postato da , il
Penso che abbiate ragione dicendo che i grossi cambiamenti nel modo di vivere sono sempre difficili da accettare ... Io scherzavo e portavo il discorso un pò sul triviale.

Comunque sono uno che odia i giorni sempre troppo uguali. Mi fanno ancor più paura dei cambiamenti ... soprattutto quando il giorno prima e pessimo e sospetto che il prossimo pure e così via, in questo caso mooooooolto meglio cambiare!!!

;)

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti