Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a Il tema di Lara di Agatina Sonaggere

Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati

27
postato da , il
"ma non sono poche le volte
in cui riescono a distruggere i sogni"

Purtroppo...è così...

Questo sarà il mio "MOTTO"
Non autorizzerò più nessuno...
ad entrare nei miei sogni...
per distruggerli...!


Ciao Jean
26
postato da , il
Lo so, Agatina, e questa realtà mi ha spinto a scrivere un pensierino che recita così così: "L'insulto è l'arma degli idioti; l'orgoglio è quella dei poveri di cuore; il sarcasmo, la preferita dei poveri di mente. Sembrano delle armi furbe e sceme, ma non sono poche le volte in cui riescono a distruggere i sogni e l'autostima altrui." ~Jean-Paul Malfatti
25
postato da , il
Dottore...Professore...!

Non so più con che Titolo chiamarLa...!

Dunque dicevo...
Possiamo rimandare a domani la lezione...?
Ora ho dei lavoretti da sbrigare...
Poi vorrei andare a nanna...
Perché poi...c'è qualcuno che...
vorrebbe darmi la buona notte...
e non voglio farlo aspettare...!

È d'accordo Dottore...?


Grazie Dottore...!
24
postato da , il
Copernico ha solo mutato la prospettiva, ma la realtà è sempre la stessa.
E sai quale è?
Noi siamo la coscienza e l'intelligenza dell'Universo. Siamo l'Universo che guarda se stesso.
IL MASSIMO dell'Universo, espressosi nell'uomo e in tutti gli esseri dello spazio infinito a lui uguali o superiori.
L'Universo è intelligentemente organizzato
L'intelligenza è importante.
Ma non è tutto.
Una COSCIENZA INTELLIGENTE lo è ancora di più.
Perché è unione di percezione e pensiero.
Ma il massimo è una VOLONTA' COSCIENTE E INTELLIGENTE.
Perché è unione di percezione, pensiero e amore.
PERCHE' SOLO L'AMORE E' INTELLIGENTE.
L'O*DIO E' STU*PIDITA', COMUNQUE SI MANIFESTI.
MASSIMAMENTE OVE SI MANIFESTI NEL NEGARE LA SUPR*EMAZIA DELL'AMORE.
23
postato da , il
Canzone...!
Mal*edetto sia Copernico!

Sapevamo dov’era il paradiso
E lo spazio era solo una risposta
Eravamo saldi in un punto preciso
E non su questa specie di giostra
Il regno di Dio fra le stelle fisse
Non ci aspettavamo che finisse
Non sappiamo mai nemmeno dove siamo
Da quando abbiam scoperto che giriamo
Mal*edetto sia Copernico!

Un tempo avevamo una terra immensa
Da lottare per conquistare
Un universo cui mostrare potenza
E giganti da mass*acrare
Guardaci ora ridotti a formiche
Sotto mille bandiere tutte ne*miche
A ucc*idersi per un’aia da spartire
Giusto mezz’ora prima di mo*rire
Mal*edetto sia Copernico!

Ora che siamo minuscoli e mobili
A cosa valgono le nostre pretese
I nostri amori e i sentimenti nobili
La nostra ra*bbia e le nostre contese?
Non so più perché continuiamo
Visto il pulviscolo che siamo
Non so già se sia distrazione
Orgoglio o disperazione.
Mal*edetto sia Copernico!


Ciao Pino

Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati