Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "La vita è una ciliegia, il nocciolo la sua..." di Jacques Prévert


14
postato da , il
beh.... non ci sono andata poi troppo lontana!!!! solo che io mi professo credente dell'amore (praticante così così.....)e non avevo colto il senso salvivifico del componimento!!!
grazie
13
postato da , il
L'avevo intesa anch'io come il ciclo della vita...Ho cercato il testo da dove è stata tratta la frase.  Chanson du mois de mai                     L’âne le roi et moi
Nous serons morts demain
L’âne de faim
Le roi d’ennui
Et moi d’amour

Un doigt de craie
Sur l’ardoise des jours
Trace nos noms
Et le vent dans les peupliers
Nous nomme
Âne Roi Homme

Soleil de Chiffon noir
Déjà nos noms sont effacés
Eau fraîche des Herbages
Sable des Sabliers
Rose du Rosier rouge
Chemin des Écoliers

L’âne le roi et moi
Nous serons morts demain
L’âne de faim
Le roi d’ennui
Et moi d’amour
Au mois de mai

La vie est une cerise
La mort est un noyau
L’amour un cerisier.

Jacques Prévert,
12
postato da , il
carina!!! non l'avevo considerata in questo senso!!!!
Sono patetica e un po' logorroica.... vorrei avere la tua presenza di spirito Daniele!
Grazie ..... vado a pensarci un po' sopra!!!
11
postato da , il
sto invecchiando, tendo ad essere ripetitivo. la traduzione taglia a metà il senso di una frase poetica in altra lingua.
funziona solo e perzialmente con la prosa.
10
postato da , il
Io la interpreterei così: la vita è una ciliegia che trae i suoi zuccheri e nutrimenti dalla pianta, dal ciliegio - Amore che la rende gustosa e succosa. La morte è ciò che rimane della ciliegia - vita allorchè è stata mangiata la sua polpa. Il nocciolo come morte, è secondo me molto significativo perchè il nocciolo è ciò che è contenuto all'interno del frutto, vale a dire che la morte è compresa nella vita stessa, non ne è estrenea ma è contenuta nella vita, è parte integrante di essa. Poi a me personalmente piace molto l'idea che l'albero nutra i suoi frutti, ossia che l'entità Amore nutra la vita rendendola quel che è: un frutto meraviglioso, dolce e succuso. Quando si coglie il frutto staccandolo dal ramo prima che ne sia stato sufficientemente nutrito esso rimane acerbo e amaro. Una vita senza l'amore che la nutre è inutile e aspra!!!

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti