Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Abbiate timore di pronunciare ciò che non..." di Paul Mehis


7
postato da , il
Nei tempi giusti, e nei giusti modi, ritengo che tutto possa essere detto. La sincerità, per non ferire il prossimo, dovrebbe sempre essere accompagnata da una buona dose di sensibilità e di intelligenza; ma, d'altra parte, l'intelligenza sta anche nel comprendere che vi sono cose che possono tranquillamente essere taciute. Per quanto riguarda i bei sentimenti che fioriscono nel cuore, non trovo alcun valido motivo per privarli "dell'ossigeno" necessario al loro pieno sbocciare. Infine, dire ciò che non si pensa e non si sente davvero, non solo è inutile, ma spesso ha effetti deleteri.
Un saluto, Paul, e grazie per la riflessione!
6
postato da , il
Bè, dire le cose belle e sentite è bellissimo, dire le cose belle non sentite è una perdita di tempo per tutti, dire le cose br*utte e sentite è difficile ma è meglio dirle per non crearsi e creare problemi inutili, dire le cose br*utte non sentite è pura catt*iveria!!!!
5
postato da , il
Capita di avere timore di ciò che si vorrebbe dire. A volte per amore di pace, a volte perchè non si vogliono compromettere rapporti.

E pure, non dire, è una sofferenza.

A volte ci si nasconde dietro mezze verità ...

Sembra semplice dire: dite sempre ciò che pensate!
4
postato da , il
Difficile, a volte, dire le parole che nascono dall'anima. Difficile quando possono ferire ... Sempre meglio che dire cose non sentite.
3
postato da , il
...a volte ci si trattiene così a lungo e magari si smette di sentirne l'esigenza...e poi si smette qualcos'altro e così via...hai ragione non si dovrebbe!

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti