Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a Quello sguardo impossibile cerco di Gaetano Toffali


13
postato da , il
Ciao Gaetano, secondo il mio modestissimo parere è una poesia che hai scritto con metodo e ricerca di stile....non è una poesia che mi ha creato un'emozione particolare...mi dà sensazione non sò come dire....un pò di aria viziata....mi piace di più quando scrivi con  leggerezza....
Buonanotte e baci......
12
postato da , il
l'abbandono...
più della malattia e della morte.. l'abbandono è che uccide.. che muove le penne incantate dei poeti, che stuzzica gli animi nobili dei grandi uomini come te.. il linguaggio verbale colpisce con violenza , penetra, filtra ma le suture cerebrali e pone radici sulla "zona emozionale" e fa piangere..
credo che le lacrime sgorganti dagli occhi per una sincera commozione, siano le lacrime di cui gli occhi son + fieri, di cui fanno vanto.. grzie per avermi regalato LACRIME DI GIOIA...
11
postato da , il
ti ringrazio Marisa per la sincerità delle tue parole. ne sono commosso.
10
postato da , il
Caro Gaetano, questa tua poesia, questo canto mesto mi brucia...ecco cosa penso ... mi tocca,il passato ormai non c'è più, però è il passato che in qualche modo ritorna in vesti diverse, o per farci del male oppure ci regala piacevoli ricordi nostalgici ...ho respirato il tuo scritto .. Gae l'ho respirato e posso solo dirti che è molto sentita da parte mia ed è molto bella..  meritavi di vincere!! ti voglio bene
9
postato da , il
Alcune frasi forse hanno bisogno di una piccola spiegazione, prova se vuoi a leggerla prima, poi leggi i commenti qui di sotto e rileggila credo ne avrai una comprensione più profonda.

Lo sguardo “impossibile” è quello che cerchi in una perosna che hai amato e che ti ha lasciato.
La fiammella è la speranza, tremolante e di per se incerta.
Il “perso” ha due significati, quello immediato ma, se non ti fermi e continui a leggere diventa anche “ perso negli occhi…”
Il “tempo che mangia” è accezione negativa ma bilanciata dalla speranza che esista una felicità che asciuga le rughe come se fossero state create dalle nostre lacrime.
Ceduto all’incanto è “voglio venderlo all’incanto, all’asta, così non ce l’ho più; ma anche cede, si arrende al tuo incanto".
La penultima quartina vuole dire semplicemente che non voglio il passato, neppure a parte bella, ma il futuro. L'ultima è insieme speranza emalinconia con il doppio significato che ha scemata.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti