Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Il ricordo è come un morto in decomposizione..." di Giovanna Sacchiero


6
postato da , il
Sono in moderazione!!!!!!
5
postato da , il
Ciao Fiorella, Ciao Paul, intanto grazie per il commento....vorrei tentare di spiegare cosa intendevo dire...facendo un esempio...i ricordi belli, che almeno per me, sono quelli di quando ero bambina, mi hanno permesso di vivere la mia vita, in maniera serena, proprio perchè lasciandoli andare, mi sono serviti a crescere....e così è stato per i ricordi brutti...quando invece ho voluto conservare gelosamente i ricordi...questi si sono appropriati della mia vita in maniera statica, tanto da farmi solo soffrire, senza che questa sofferenza servisse a qualcosa.
In un certo modo, trovo giusto allontanare i ricordi, anche perchè, sempre  si decompongono, sbiadiscono, ed è solo la nostra volontà e la nostra immaginazione a farli tenere in vita, oppure no!!
Non so se sono stata chiara ma....spero di sì!
Baci
4
postato da yeratel, il
Il ricordo con il passare del tempo sfuma, affievolisce, nebulosamente si appanna perde i contorni ed assume tonalità "grigio-blu".... il fatto di riporla in un "cofanetto" fa sì che la polvere ne affievolisca ulteriormente i riflessi. Quale miglior rinnovo della "tapezzeria" oltre a quello di coprirla con una nuova dai colori sgargianti?
Fiorella scusa ma "la cenere soffiata via nel vento" mi sembra un po' troppo "plateale" e concentrato per riassumere il senso della frase come l'ho intuito io. (parere personale)
3
postato da , il
davvero particolare
un abbraccio
2
postato da , il
Qualche volta può accadere che  si decompone assieme ai nostri ricordi...
Succede quando si prova più gioia rivivendo nel passato che vivendo il presente.
Un immenso errore dal quale però può essere estremamente difficile ribellarsi.

Comunque bella frase, una frase che dimostra un bel continuo di un nuovo inizio :)
Saluti.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti