Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Tutti, indistintamente, coltiviamo vene di..." di Giuseppe Catalfamo


35
postato da , il
la soglia che separa la normalità dalla folia in fondo è così sottile che è difficile definirle con esattezza...ciascuno di noi può vedere il suo bicchiere o mezzo pieno o mezzo vuoto a seconda dei propri parametri.normalità e follia sono il rovescio della stessa medaglia ,come il bene e il male ,bisogna coltivarne almeno un po' per riconoscerla e capire da che parte stare
34
postato da , il
Bellissima frase!Mi autoinvito al club,che mondo sarebbe senza la follia..... :-)
33
postato da , il
Vero, o quantomeno verosimile, il problema sta nella capacità di controllarla e di giustamente indirizzarla e ahimè questo è assai difficile farlo se non impossibile...per i molti se non per i troppi.
32
postato da , il
Se così non fosse non saremmo folli!
*****
31
postato da , il
Si spera che non le coltivi il nostro psichiatra perché in tal caso, ancorché folle, è addirittura capace di fregarci l'onorario. Sicché, oltre che folli, anche sprovveduti.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti