Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Dormo e sogno te, mi sveglio e ti sento con me..." di Oliviero Widmer Valbonesi


8
postato da , il
Quando si ama così come descritto nella frase ma non si è contracambiati il "portatore sano di te" non lo è più perchè si ammala impazzendo di dolore  di, con e per "te"
7
postato da , il
Splendido quel
"portatore sano di te", una malattia che può diffondersi, contagiare altre persone. L'autore ne è esente, un amore lucido il suo, consapevole e cosciente nelle sue vampate, senza la febbre della pazzia.
Ma qual è il confine? Forse lo stesso tra sanità e follia, un confuso miscuglio tra razionalità e irragionevolezza.
6
postato da , il
Troppo banale e insensata... la frase, malgrado voglia essere l'esplicitazione di un profondo sentimento interiore che si futura anche nei sensi, non esprime, in modo appropriato alla sublimità dell'intento dell'autore,  il messaggio.
5
postato da , il
BELLE MA CORTE
4
postato da , il
che bello pensare a qualcuno che,condivide il proprio pensiero. "Divino" sarebbe,esplorandolo,sapere che esiste da qualche parte una mente è arrivata alle soglie di questa verità..............grazie.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti