Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "La pietà del capitale di fronte agli squilibri..." di Flavia Ricucci


8
postato da , il
Il tuo Attila, cara scheggia, dimostra onniscienza e onnipresenza e noi, poveri mo*tali, di fronte al sovrumano nulla possiamo opporre.
7
postato da , il
Ma, caro Attila, non eri in vacanza, che l'altro giorno mi hai fatto passare anche la parola" m0rt0"? Sei gia' tornato al lavoro? Marzullo ti sta sulle pa*l*l*e?...se e' per questo, anche a me!
6
postato da , il
Investire in buone azioni  (dettate dalla pieta' verso i piu' deboli e bisognosi)puo' essere considerato un investimento oculato? Mi do una risposta (tipo Marzullo): dal punto strettamente finanziario, penso di no.
5
postato da , il
Esimia signora bea,
Non avendo, io, incriminato alcun O cu-la-to deve esserci nei nostri interventi un forte malinteso.
La prego perciò di voler perdonare la mia insipienza e suggerirmi una via d’uscita onorevole.
Il Suo attento allievo.
4
postato da , il
VE lo riscrivo e credo che il termine incriminato è "O C U L A T O"
Vedi chi ha un capitale deve essere oc*ulato negli investimenti, per cui è spontaneo il soccorrere i bisognosi attraverso SPA o quant'altro,
...senza sc*opo di lucro.??

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti