Che male c'è
    Sto parlando con me
    Aspetto che si faccio giorno
    Fuori e dentro la città
    Troppo tardi per fermarsi
    Troppo presto per andare
    Resto sveglio e grido forte
    La mia voglia di sentire
    Che male c’è
    Sto parlando con me
    Maledico le occasioni
    Per potermi rimettere al mondo
    Non escono da sole
    Parole importantissime
    E non è colpa mia se
    È tutto così difficile
    Che male c'è
    Sto parlando con me
    Da una vita che
    Non mi fa paura
    Come fa paura a te
    Che telefoni in centrale
    Questo lo saprà mio padre
    Questo lo saprà mia madre
    Sto parlando con te
    E adesso pensi di far male
    Con il tuo obbedire
    Ad un ordine sbagliato
    Non c'è soluzione
    A quello che hai iniziato
    E così mi ucciderai
    Sì, lo farai
    Perché non vuoi capire
    Per quello che non sai
    Mentre colpisci in cinque
    Colpisci tutti quelli come me
    Che incontrerai nella tua libertà
    Troppo tardi per salvarmi
    Troppo presto per morire
    Ora che è quasi finita
    Ora che non potrà mai più finire
    Troppo tardi per salvarmi
    E troppo presto per morire
    Ora che è quasi finita
    Non potrà mai più finire

    Cosa ne pensi di "Che male c'è" di Riccardo Sinigallia?

    Vota la canzone

    Fai sapere ai tuoi amici che ti piace:

      Acquista l'album

      Commenti

      Invia il tuo commento

      Disclaimer [leggi/nascondi]

      Guida alla scrittura dei commenti

      Questo sito contribuisce alla audience di