Questo sito contribuisce alla audience di

    Il nemico si nasconde si mimetizza tra le pieghe della coscienzala sua violenza è subdola il
    suo passo di gattodifficile davvero coglierlo sul fattoil nemico è tra noi è dentro di noiper farlo fuori occorre rinunciare ad una
    parte di noi stessise un tempo era più facile lottare contro ciò che non andavaperché il nemico una faccia ce l'avevauna voce,
    una bandierasapevi dove andare a prenderlo in giro la seraaveva nomi e facce, ma non è piùcosì adesso non si vede ma
    lui è ancora lì più forte che maie sotto sotto spinge col suo dai e daie ha stipulato un patto con le coscienze addormentate
    nella pubblicità di una realtà falsificataa migliaia di chilometri di distanza da questastanza uomini e bambini
    schiavizzati, sottopagatidiritti rubati derubati dell'infanzia in qualche capannone dell'estremo orientelavorano e producono le
    griffes dell'occidentee qui non si sa niente perché sta bene a tantitacere verità che sono atroci e allucinantipilastri di
    un'economia vincente dal volto appariscenteche crea la sua ricchezza con la sofferenza di un sacco di gentee quanti dovranno
    soffrire quante mucche impazzirequanta aria velenosa bisognerà respirarequanti cibi avvelenati bisognerà divorarequante
    malattie ancora per interesse non si potranno curareprima che qualcuno pensi che così non va benema il nemico si è infiltrato
    dentro al sangue che ci scorre nelle venenei sorrisi compiacenti di politiche fatte di paroleall'insegna di "occhio non vede cure non
    duole"il nemico ha il volto sorridente cravatta e doppio pettointorno a grandi tavoli fa incetta di rispetto e di sorrisistrette
    di mano accordi tra potenti che non guardano lontanoe approvano la produzione di mine anti uomodi tutti gli armamenti necessari
    perché questo sistemasi mantenga bello saldo sui binari di sangue dove viaggiacosicché anche il coraggio più coraggio si scoraggia
    di fronte a questo gioco dove tutti hanno ragionee i peggiori criminali sono tenuti in alta considerazionee viaggiano in corsia
    preferenzialerimbalzano sull'ammortizzatore sociale e non si fanno mai malee cambiano i governi ed il nemico gli sorride in
    silenzioprotetto dalla logica del tacito consenso di chi godedi questa situazione che fa comodo a tantitenere alto il livello di
    paura e le coscienze ignorantipaura della povertà paura dell'ignotopaura di trovarsi di fronte al grande vuoto di se stessicon la
    coscienza critica in stato di assoluta catalessisconfiggere il nemico è guardarsi dentrocercare il proprio centro e dargli vitacome
    a un fuoco quasi spentorenderlo vivo dargli movimentoil nemico si nasconde spesso in quello che crediamonei moralismi
    ipocritie nelle trasgressioni controllate e organizzatenelle droghe illegali e sottobanco ben distribuiteil nemico crea falsi
    nemici per farsi scudo e apparir perbenemodellerà il suo aspetto e prenderà la forma di ciò che lo contienespacciandosi per libertà ti
    legherà con le sue cateneconservare il controllo di ciò che vediamoconservare il controllo di ciò che sentiamoverificare se sotto
    l'aspetto invitante di un'esca non sia nascosto un amo.sconfiggere il nemico è guardarsi dentrocercare il proprio centro e dargli vita
    come a un fuoco quasi spento renderlo vivoe dargli movimento (4v).

    Cosa ne pensi di "Occhio non vede cuore non duole" di Jovanotti?

    Vota la canzone

    Fai sapere ai tuoi amici che ti piace:

      Acquista l'album

      Commenti

      Invia il tuo commento

      Disclaimer [leggi/nascondi]

      Guida alla scrittura dei commenti