Questo sito contribuisce alla audience di

    Alzarsi la mattina salutare il sole
    come un vecchio amico che
    nonrivedevi più chissà da quanto tempo ormai
    hey come stai
    che cosa haifatto mentre io non c'ero
    ma dimmi se sei vero
    o gran termosifoneilluminante
    che illumini il cantante
    e chi lo sente
    che scaldiquesto ambiente
    che sei così potente
    che se un giorno non ci sei sighiaccia pure l'equatore
    i battiti del cuore il rosso di un bel fiore
    lecure del dottore il suono di un rumore
    che fa la Cina sì la Cina
    è cosìgrande che a farla tutta a piedi
    ti ci vuol più di vent'anni
    mia madrese contasse bene i panni
    che ha lavato probabilmente vestirebbe il mondo
    se guardo la pietà di Michelangelo
    mi accorgo che ci sta una dimensionepiù profonda dello stare nel pianeta
    e il tempo che si spreca non ritorna
    la pizza che si inforna
    non può ritornare cruda
    a meno che tuescluda
    la linearità del tempo
    e veda l'universo come un tondo
    dovela cima corrisponde al fondo
    è odore di oceano atlantico quello che mi portoaddosso
    e quando piove mi fa male un osso
    e sono suscettibile aglisbalzi di tensione
    ottanta centoventi la pressione
    delle arterie i canihanno
    la febbre tutto l'anno
    ma loro non lo sanno
    e stanno bene inTibet il duemila c'è già stato
    mia madre...
    uno da solo si può faremolto può fare la pipì può addormentarsi
    può fischiare può svegliarsi
    può prendere a sassate dei lampioni
    può rompersi i coglioni
    a nonfinire
    può anche farsi a pezzi ed impazzire
    ma uno con qualcuno che loama e che lo stima e che lo guarda con passione
    può anche fare larivoluzione
    mia madre...
    lo sai che il mare canta quando è sera unacanzone che fa squash
    e splah e sbarabash
    e cambia ogni volta melodia
    e il ritmo è quello della vita mia
    quando mi fermo ad ascoltarlo e danzo
    e danzo e poi non penso
    e sono di acqua e sale pure io
    allora guardoDio
    sopra di me
    contando fino a tre
    faccio un respiro e giro su mestesso come
    un sufi che danza simulando l'universo
    il moto dei pianeti edelle stelle
    son fuori e dentro dalla mia pelle
    mia madre...
    miononno guidava il camion nell'africa italiana
    coi soldi guadagnati comprò unnegozio di giocattoli a Cortona

    Cosa ne pensi di "Capo horn" di Jovanotti?

    Vota la canzone

    Fai sapere ai tuoi amici che ti piace:

      Acquista l'album

      Commenti

      Invia il tuo commento

      Disclaimer [leggi/nascondi]

      Guida alla scrittura dei commenti