Questo sito contribuisce alla audience di

    [Voce fuori campo:] Chi sei?
    [G:] Mah, non so.
    [Voce fuori campo:] Chi sei?
    [G:] Sono un non so.
    [Voce fuori campo:] L’ironia è un’arma della borghesia. Chisei?
    [G:] Sono… sono uno che scrive.
    [Voce fuori campo:] Ah, sei un poeta!
    [G:] Beh, chiamami come ti pare.
    [Voce fuori campo:] Un poeta rivoluzionario?
    [G:] Sì, rivoluzionario.
    [Voce fuori campo:] E di cosa parli?
    [G:] Parlo dell’uomo, dei suoi rapporti, dell’amore, parlodi un albero…
    [Voce fuori campo:] Ah, di un albero, ero lì che tiaspettavo! Ma non lo sai che parlare di un albero in tempo di rivoluzione ècome tradire la rivoluzione?
    [G:] C’è la rivoluzione?
    [Voce fuori campo:] Non fare lo spiritoso! Parlavodell’impegno, dell’impegno ideologico.
    [G:] Questa l’ho già sentita.
    [Voce fuori campo:] L’hai già sentita ma non l’hai imparata.
    [G:] Non è che non l’ho imparata, è che a me non interessail cervello che va, va, chissà dove… deve passare di qui, dentro. È l’istintoche mi interessa, lo stomaco!
    [Voce fuori campo:] Ah, lo stomaco, ero lì che ti aspettavo!
    [G:] Eh ma tu mi aspetti sempre da tutte le parti!
    [Voce fuori campo:] Per forza, fai ancora il discorso suisentimenti, sui dolori… lo so dove vuoi arrivare. Ma credi veramente di servirea qualcosa?
    [G:] Mah, non so. Servo a qualcosa? Dite, ditelo voi, servoa qualcosa?… non dicono.
    [Voce fuori campo:] Non servi a niente! Sei un poetaborghese. Ti rinchiudi in te, non riesci a tirare fuori un’idea, modificarla,cambiarla.
    [G:] Un’idea, modificarla, cambiarla, elaborarla… ci vuolemica tanto! È cambiarsi davvero, è cambiarsi di dentro che è un’altra cosa!

    Cosa ne pensi di "Dialogo I" di Giorgio Gaber?

    Vota la canzone

    Fai sapere ai tuoi amici che ti piace:

      Acquista l'album

      Commenti

      Invia il tuo commento

      Disclaimer [leggi/nascondi]

      Guida alla scrittura dei commenti