Questo sito contribuisce alla audience di

    Mi guardo dal di fuori come fossimo due persone
    osservo la mia mano che si muove, la sua decisione
    da fuori vedo chiaro, quel gesto non è vero
    e sento che in quel movimento io non c’ero.

    A volte mi soffermo e guardo il fumo di una sigaretta
    la bocca resta aperta, forse troppo, poi si chiude in fretta
    si vede chiaramente che cerco un’espressione
    che distacco, che fatica questa mia finzione.

    Cerco un gesto, un gesto naturale
    per essere sicuro che questo corpo è mio
    cerco un gesto, un gesto naturale
    intero come il nostro Io.

    E invece non so niente, sono a pezzi, non so più chi sono
    capisco solo che continuamente io mi condiziono
    devi essere come un uomo, come un santo, come un dio
    per me ci sono sempre i come e non ci sono io.

    Per tutte quelle cose buone che non ho ammazzato
    chissà nella mia vita quante maschere ho costruito
    queste maschere ormai sono una cosa mia
    che dolore, che fatica buttarle via.

    Cerco un gesto, un gesto naturale
    per essere sicuro che questo corpo è mio
    cerco un gesto, un gesto naturale
    intero come il nostro Io.

    Cerco un gesto, un gesto naturale
    per essere sicuro che questo corpo è mio
    cerco un gesto, un gesto naturale
    intero come il nostro Io.

    Cosa ne pensi di "Cerco Un Gesto, Un Gesto Naturale" di Giorgio Gaber?

    Vota la canzone

    Fai sapere ai tuoi amici che ti piace:

      Acquista l'album

      Commenti

      Invia il tuo commento

      Disclaimer [leggi/nascondi]

      Guida alla scrittura dei commenti