Se dovessi disegnare la mia vita
    In maniera riassuntiva
    Farei una linea a tratti
    Gli spazi vuoti sarebbero i momenti
    In cui io non respiro
    Perché mi sei vicino
    Se ci sei accanto tu
    Mi metto anche il rossetto rosso
    Ma quando ti allontani
    Divento un segnale elettrico piatto

    Se dovessi dare fiato alle parole
    Quando mi guardi normalmente
    Ed ignori quello che esplode per te
    Il mio discorso non avrebbe senso
    Ti sembrerebbe aramaico
    Mi diresti che sono folle
    E forse c’hai ragione
    Non riesco neanche a socializzare
    La notte è come il giorno
    Ora mai non dormo più

    Da quando ci sei tu
    io non capisco più niente
    posso uscire anche in mutande a Dicembre
    E non sentire freddo
    Perché da quando ci sei tu

    Se dovessi ritornare una bambina
    la prima parola da imparare
    sarebbe stata il tuo nome
    Sarei cresciuta con la convinzione
    che poi ti avrei trovato
    perché avevo preso già l’appunto
    Sei tu il mio tentativo
    Per una vita senza rimorso
    Non so se l'hai capito

    Da quando ci sei tu
    io non capisco più niente
    posso uscire anche in mutande a Dicembre
    e non sentire freddo
    Perché da quando ci sei tu
    Cammino pure sopra i tetti
    non soffro neanche le vertigini
    Non ho paura di cadere nel vuoto
    ma se dovesse capitare
    con te non sentirei dolore
    dal pavimento spunteranno dei fiori

    Da quando ci sei tu
    Da quando ci sei tu

    Se dovessi disegnare la mia vita
    In maniera riassuntiva
    Farei una linea a tratti
    Da quando ci sei tu
    Non ci sono
    Io.

    Cosa ne pensi di "A (t)tratti" di Cassandra Raffaele?

    Vota la canzone

    Fai sapere ai tuoi amici che ti piace:

      Acquista l'album

      Commenti

      Invia il tuo commento

      Disclaimer [leggi/nascondi]

      Guida alla scrittura dei commenti

      Questo sito contribuisce alla audience di