Questo sito contribuisce alla audience di

    Tu non hai il biberon
    come mai mio piccolo
    siedi in braccio a lei,
    dormirai tra zaffiri e amori,
    su di lei, ti calmerai

    ti calmerai
    Dell'hotel sono il maitre
    se tu vuoi, parli a me
    siedi in braccio a lei,
    spazierai tra ieri e domani,
    siedi qua, ti spiegherò
    ti spiegherò, ti spiegherò
    ti spiegherò chi sei
    La sedia elettrica non vale
    me l'ha detto lei
    mi ha detto siedi e ascolta
    per sapere cosa sei
    io credo agli Angeli di carne
    che cercate voi
    mi lasci libero, libero, libero
    Destinazione uomo è il viaggio
    che reclamo in me,
    il mondo è un'idea senza nuvole
    voglio la mamma e un aeroplano
    urlante via da qui
    Amore dimmi se ci sei,
    dimmi se ci sei
    Favole del buon Gesù
    Angeli col biberon
    la tua mente va,
    la tua mente è polvere di stelle
    tu le avrai in braccio a lei,
    in braccio a lei, in braccio a lei,
    in braccio a un brivido
    La sedia elettrica non vale
    io non gioco più,
    gioco soltanto con chi è pazzo
    e grida insieme a me,
    seduti i ladri della mente
    e della verità,
    mi lasci libero, libero, libero
    Un lampo tra le mie mani
    azzurre e i denti blu
    un vuoto sì, ma dolce e fragile
    vedo le stelle e intanto
    sbarro gli occhi verso te,
    mi sento libero, libero, libero
    Baby tu mi dai,
    la scossa

    Cosa ne pensi di "La Sedia Elettrica" di Alberto Fortis?

    Vota la canzone

    Fai sapere ai tuoi amici che ti piace:

      Acquista l'album

      Commenti

      Invia il tuo commento

      Disclaimer [leggi/nascondi]

      Guida alla scrittura dei commenti