Questo sito contribuisce alla audience di
Scritto da: Fedexcat684

La coccinella

In un caldo pomeriggio di primavera, per l'esattezza il 4 aprile ore 15.00, si posava sul mio braccio un piccolo essere luminoso. Una coccinella.
In un attimo ho vissuto il ricordo ma anche il futuro che verrà, di chi caro aveva lasciato questo mondo, da poco tempo.
La sua presenza non era un caso, come un ponte sul quale viaggiava tutto l'amore percorso fino a quel momento. Il nostro.
Era diversa dalle solite che avevo incontrato, non aveva la corazza rossa e sgargiante, maculata di nero, sembrava più piccola e il suo colore era di un rosa chiaro e delicato. Forse era all'inizio del suo viaggio, chissà quale meta da raggiungere nel suo domani.
Ma di una cosa era certa, quella coccinella, e sapeva a chi portare il suo messaggio. Era arrivata sin da me per dirmi che, anche se è un momento buio, ogni tragico epilogo è sempre l'inizio di una nuova storia.
E io le ho creduto, sarà il mio amuleto.
Composto sabato 4 aprile 2020

Immagini con frasi

    Info

    Scritto da: Fedexcat684
    Ha partecipato al concorso
    #IORESTOACASAeSCRIVO

    Commenti

    Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati