Scritta da: Elettra Vidili
Le mie lacrime non scendono più lungo le gote,
si ferman sulle ciglia e aspettano la notte;
notte di questo amore nato solo per soffrire e
nascondere al mondo quel che aveva da dire.
Sei stato tu a volere che tutto si fermasse,
che le nostre vite tornassero com'erano state.
Hai avuto paura di affrontare il mondo,
di voler vedere cosa c'era in fondo.
Non sono valsa neppure un tuo perché,
ne un chissà o un forse e men che meno un sé.
Attendo ancora adesso che tu voglia tornare
e intanto quella lacrima aspetta di calare.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Elettra Vidili

    Cos'è mai, l'Amore?

    Ho bisogno d'amore, come dell'acqua il fiore.
    Anche solo uno sguardo ma che venga dal cuore;
    questo per me è amore!
    Un sorriso abbozzato, una stretta di mano;
    un camminare lento e piano che ti porti lontano
    e, ti faccia sognare prati verdi e fioriti
    in orizzonti infiniti.
    I bambini ridenti con gli sguardi sognanti,
    anche questo è amore!
    Quando apro gli occhi al giorno, non c'è più buio intorno.
    Si risveglia il creato e ciò che Dio ci ha dato.
    Anche questo è amore!
    Lo sbocciare di un fiore anche quando è innevato
    e il suo far capolino da uno stretto cammino.
    Non c'è neve che tenga, è la vita che torna
    dal profondo più fondo.
    Anche questo è amore!
    Quando nasce un bambino è un altro fiore che sboccia,
    che ti porta la gioia e allontana la noia.
    Anche questo è amore!
    Il cammin della vita sa di gioia infinita,
    ricordarsi bisogna che è un dono di Dio;
    perché niente di ciò, è tuo o mio,
    Anche questo è amore!
    Ce l'ha dato in affitto questo bene infinito,
    ringraziamolo sempre per averci creato;
    per averci amato, seppur rinnegato.
    Anche questo è amore!
    Grazie a Te, oh Signore!
    Composta sabato 7 novembre 2015
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Elettra Vidili
      Vattene dai miei sogni,
      abbandona quel posto;
      non ti appartiene più da che ti sei discosto.
      Lascia libero il passo a chi vorrà venire,
      a chi vorrà amarmi per quel che non so dire,
      perché ho sofferto tanto da non poter parlare,
      da non poter chiedere neppure da mangiare.
      Per questo vorrei, solo dormire senza sogni o
      aprire gli occhi al mondo coi miei passati
      sogni.
      Composta domenica 21 agosto 2005
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Elettra Vidili

        Canto l'amore che non ho

        Anima mia dormi serena,
        sogni di gioia ti prendano per mano
        e, io ti sarò vicino,
        come un angelo che veglia il tuo sonno.
        Sarò sempre con te; dalla sera al mattino.
        Non aver paura della vita, curerò ogni tua ferita!
        Non temere più i tuoni
        e, non ti dovrai nascondere al sentirli,
        perché il sole ritorna.
        E oltre al sole,
        ti possano scaldare i versi che ti voglio dedicare!
        L'amore, non è solo canto; perché ha la bellezza della meraviglia!
        Un amore così esiste veramente?
        È quello che sto ancora cercando
        e, se vuole il destino arriva in ogni momento.
        Volevo poco e non ho preteso niente.
        Cosa ho avuto nel frattempo che aspettavo l'amore?
        Il mio cuore è stato ferito e nessuno mi ha chiamata: tesoro.
        Dicono che l'amore sia il motore della vita,
        che fa camminare il mondo.
        Spero che in ogni cuore porti la dolcezza,
        non solo in futuro;
        ma da adesso termini la tristezza.
        Ti canterò sempre a gran voce
        anche se adesso mi manchi!
        Composta sabato 7 novembre 2015
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di