Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Michele Scoppetta

È pparole

Certe parole
nu fanno nu discorso,
stanno là, sulitarie
senza manco n'aggettivo
o na virgula ca e fa cumpagnia,
so parole forte, ca si e dice una vota
se fanno arricurdà
si o core e chi te sente
te sape sta a sentì.
Certe parole
addorano e cafè,
quanno mammà te chiamma a matina
e te dice ca o sole sta saglienno
e tu fai avvedè ca è ancora notte.
E pparole da notte
so ammiscate, so confuse,
so e pparole e miezzo a via,
da tempesta ca è fernuta
e da luna ca te guarda.
Ma e pparole cchiù vollente,
chelle ca nun cia fai a re tenè nde mane,
so e parole ca tu pienze,
e parole ca te dicesse.
So e pparole e quanno te veco
e nun te ngarro a dì quanto si bella,
nun te saccio accarezzà cu sti parole,
pecché je e saccio, e teng a rind.
E penzo tutte e juorne
quanno mi viene a mente tu;
je me scrive, me preparo,
po te veco e
c'aggia fa,
nun o saccio che mi piglia
e nun ngarro cchiu a parlà.
Composta giovedì 8 settembre 2011

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: Michele Scoppetta

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:0.00 in 0 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti