Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Gian Franco Iaria

Io sono

Io sono il sangue, gli occhi ed il cuore di un vecchio cieco,
il respiro di tutte le cose, quella luce nel buio,

io sono il fuoco nel giaciglio delle fredde notti dei nostri antenati,
il sonno tranquillo dell'inverno
e il risveglio di ogni primavera.

Io sono l'aurora, e l'ultima stella della sera,
lo scintillare infinito delle galassie del firmamento,

io sono la Terra della Prateria,
dove è sparso il buon seme, e dove è morto.

Io sono quella giovane quercia che si innalza verso il sole,
e l'acqua del fiume che all'alba bagna i mocassini,

io sono il tuono che romba nel cielo
e la pioggia scrosciante,
il lupo nella foresta, l'ultimo suo ululato
e per sempre l'eco.

Io sono l'occhio del Falco
e il cuore del Bisonte,
io sono tutto e non sono niente,
e niente sarà uguale senza di me.

io sono un ago di pino, una pietra nel muro,
un battito di cuore nell'infinito tempo.

Sarò tra poco, un attimo di calma nel vento,
e un'altra piccola Donna sulla collina,
ancora mi partorirà.
Composta sabato 30 dicembre 2017

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: Gian Franco Iaria
    Dedica:
    Dedicata al Grande Popolo dei Pellerossa d'America.

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:0.00 in 0 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti