Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Paolo Madaschi

Calvario della terra

Cornacchie e corvi
fissano, appollaiati
e con sguardi torvi,
paesaggi stuprati;

in equilibrio su cavi
percossi dal vento,
paiono aculei scuri
d'un color cemento:

spine di una corona
che cinge l'orizzonte,
mentre il cielo tuona
e l'aria si fa pesante,

che mutan in Golgota,
croce e martire nello
stesso tempo, l'immota
terra e il suo fardello.
Composta mercoledì 16 ottobre 2013

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: Paolo Madaschi

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:0.00 in 0 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti