Questo sito contribuisce alla audience di

Giacinto d'inverno

La delusione
fa male,
come un bastone infame,
colpisce alle spalle
distrugge le speranze create;
amabili riflessioni,
il cuore rimane solo,
infranto dal pianto
visibile agli occhi coperti,
vitrei,
senza veli tutto è terso,
la presa in giro madornale.
Giacinto d'inverno
sei perso nelle caverne oscure,
scrivo a Dio.
Fammi sentire la complicità,
fammi forbire la felicità.
Perché l'ho nuovamente scordata,
Come una chitarra che suona male,
va accordata.
Aiutami so che sei al mio fianco,
ferma questo infernale invisibile
pianto.

Immagini con frasi

    Info

    Commenti

    Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati