Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: margherita1

È un duro percorso

Ai piedi dell'invalicabile montagna,
piego le ginocchia stanche
come raccolta in preghiera,
la fronte sull'umido terreno.
Mi raggomitolo mimetizzandomi.
Voglio solo riposare
prima di tornare in piedi,
trovare la posizione originale.

L'ombra mi sovrasta
e incombe come grandine gelata
sulla mia pelle nuda.
Il cuore stretto in pugno
si nasconde per paura
di essere colpito ancora.
Ma il suo pulsare aritmico
amplifica il suono
e scoppia in un pianto di fango.

Mi accartoccio tra le braccia.
chiudo gli occhi per vedere
un altro buio colorato.
Vorrei scavare un fosso
come fanno i cani
e dormirci dentro.

Ma i piedi dolenti sotto il peso
non si arrendono e
muovono lenti.
Sarà un passo.
Poi un altro
e un altro ancora.
Composta lunedì 25 febbraio 2013

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: margherita1

    Commenti

    Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati

    20
    postato da , il
    Sì, 'na roba davvero appiccicosa! :P
    19
    postato da , il
    A me piace quella tua (non mi ricordo il titolo) ma è una poesia d'amore, densa , spessa e
    dolce come marmellata...da innamorato!!
    18
    postato da , il
    P.s.: Ad ogni rilettura questa poesia mi piace di più..
    17
    postato da , il
    :)
    16
    postato da , il
    Ah! intendevi tu... bè a volte (anzi spesso) sono lenta di comprendonio. ciao gne gne

    Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati