Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Ilaria

La ballata di un amore

Era maggio ed un bel dì
Incontrò una dama
Era bella e capricciosa
E suo servo diventò.

Voglio questo e già lo aveva
Voglio quello ed era li
Col pensiero lei bramava
E il suo servo la serviva.

Un sorriso bastava
Al suo povero cuore
Che batteva e palpitava
Solo per il grande amor.

Ora soffre per amore
E il suo servo comprensivo
L'ascoltava ore e ore
Mentre lei gli raccontava
Di pensieri e di ricordi
Di quel tempo ormai passato
Che Amore era con lei.

Ora invece ride forte
È bramata da più parti
Bacia questo e bacia quello
E racconta al suo servo
Le prodezze e meraviglie
Che gli amanti fanno per lei.

Ma il suo servo poverino
Non riesce a dirle niente
E sorride indifferente ai
Palpiti del cuor.

Lui non può dirle il vero
E mantiene il suo mistero
E per non perder la sua dama
Di bugiardo si fa fama.

Non riesce a controllare
L'emozione più segreta
E talvolta sul suo viso
Una lacrima copre il suo sorriso.

Se potesse le direbbe
Cerchi amore?
Sono qui
Tuo fedele servitore
Se lo vuoi di tutti i di

Le direbbe che è bella
E senza fiato lei lo lascia
Un sorriso lo uccide
E non lascia alcuna traccia.

E se lei lasciasse andare
Il suo cuore incatenato
Forse pure capirebbe che
Anche lei l'ha sempre amato.

Questa favola d'amore
Narra di questo servitore
Che mesto si accontenta
Di guardare la sua bella.

È la triste storia
Di un fedele servitore
Che darebbe la sua vita
Per una dama che mai lo amerà.

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: Ilaria

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:9.50 in 2 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti