Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Francesca Zangrandi
Stanotte ho fatto un sogno.
Ho sognato che mio nonno era in ospedale.
Io ero andata a trovarlo.
Lui vedendomi si è alzato e mi ha presa in braccio.

Oggi sono entrata in camera mia.
La ho osservata.
Intorno a me c'erano i miei disegni attaccati sul muro.
Per anni quei disegni hanno descritto la mia vita.
Per anni hanno contenuto il mio sangue, il mio passato.
Per anni hanno parlato per me, hanno dato voce al mio silenzio.
Oggi ho staccato tutti i miei disegni da quei muri.

Ho subito scritto un messaggio alla mia migliore amica dicendo che avevo tolto tutti i disegni e che mi sentivo libera.
Lei mi ha chiesto perché lo ho fatto...
e io le ho risposto:
"Era il momento... Mio nonno mi ha presa in braccio".
Composta lunedì 10 maggio 2010

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: Francesca Zangrandi
    Riferimento:
    Un altro passo...

    Commenti

    4
    postato da , il
    Ne sono certa ...anche mio nonno è stata una figura importantissima nella mia infanzia e anche se ero piccola quando è mancato ricordo perfettamente tutto il tempo che abbiamo trascorso insieme ridendo
    3
    postato da , il
    grazie mille...hai ragione DANA mio nonno mi ha fatta crescere ma non solo mi ha fatto trovare un equilibrio che prima non avevo e facendo ciò ho dato anche un senso a lui, penso...
    2
    postato da , il
    emoziante nella sua diretta semplicità. :-)
    1
    postato da , il
    Molto molto bella Francesca..crescere è superare se stessi...e se ci aiutano le persone che ci hanno tanto amate...anche se non ci sono più ...è mantenerne la memoria e dar loro un nuovo senso. Complimenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:8.17 in 6 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti