Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Franco Vitale

Le Cose

Ho preso le cose...
le ho prese che era inverno,
le ho messe in un sacco di tela,
le avevo sulla pelle,
divine e maledette,
l'universo ed il granello di polvere,
tutte in un sacco,
ogni fotogramma dell'anima.
Gli occhi abbagliati,
da fate di paglia,
da chiare lacrime salate,
da ruvidi ricordi
di stelle malate.
Ho camminato,
percorso corridoi cadenti,
strisciato le spalle
su porte consumate,
sentito l'odore dei lavabi,
aggiunto croci su muri di piombo,
tolto croci da specchi rovesciati.
Ho preso gli abiti di Dio,
stretti da indossare,
colori troppo forti,
per occhi troppo aperti,
per prati senza fiori,
per folle senza bocca.
Ho preso le cose,
ne ho fatto fuoco e luce,
fiamme dolci ed odorose...
l'inverno era passato...
Composta mercoledì 7 aprile 2010

Immagini con frasi

    document.write('');window.__cmpWait(function(){document.getElementById("singlequote-ad").className+=" adsbygoogle";pp.jss("//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js?client=ca-pub-3821133970955797","googleadsjs",0,{crossorigin:"anonymous"});(window.adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({})})

    Info

    Scritta da: Franco Vitale
    Dedica:
    A Cricri.

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:9.62 in 8 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti