Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Marzia Ornofoli

Santa Dacca

Sono morti gli dèi, non più serti d'ulivo
a Pallade dagli occhi grigi, o spighe offerte
Alla figlia di Demetra. Non più canti
Lieti di pastori al sole.
Pan è morto, e con lui ogni piacere segreto
In vallette nascoste tra anfratti:
Più non cerca sorgenti il fanciullo.
È morto Pan, regna i figli di Maria.
Eppure... forse, in quest'isola rapita dal mare,
Tra gli asfodeli, qualche Dio si nasconde,
e morde amaro il frutto del ricordo.
Se così fosse, amore, meglio fuggire
Alla sua invidia, all'ire. Ma, forse... vedi
Le foglie mosse? Stiamo un po' qui a guardare.
Composta lunedì 10 agosto 2009

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: Marzia Ornofoli

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:6.20 in 5 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti