Scritta da: Silvana Stremiz

La sabbia del tempo

Come scorrea la calda sabbia lieve
Per entro il cavo della mano in ozio,
Il cor sentì che il giorno era più breve.

E un'ansia repentina il cor m'assalse
5 Per l'appressar dell'umido equinozio
10 Che offusca l'oro delle piagge salse.

Alla sabbia del Tempo urna la mano
Era, clessidra il cor mio palpitante,
L'ombra crescente d'ogni stelo vano
Quasi ombra d'ago in tacito quadrante.
Vota la poesia:6.96 in 150 voti

    Commenti


    26
    postato da , il
    fa schifooo
    25
    postato da , il
    amo il suo modo di usare la parola e amo il mare e sempre gioco  conla sabbia bollente tra le dita:  è bello sentirla scorrere così come è bello vivere!
    24
    postato da , il
    Lo scorrere lento del tempo.....il lento appressarsi della fine  dell'esistenza " impermanenza".......... strugge ed immalinconisce il suo essere. D'Annunzio aveva in se la completezza  in quanto la mente lo spirito ed il corpo agivano all'unisono.
    23
    postato da , il
    e super
    22
    postato da , il
    il poeta ha saputo esprimere, attraverso una metafora concreta e reale, la fugacità del tempo... la sabbia che scorre velocemente dal palmo della mano, rappresenta la nostra vita... il cuore uns clessidra che scandisce le lancette del nostro tempo biologico...
    questo quello che ho interpretato da una breve e veloce lettura...
    superba...

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:6.96 in 150 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti

    Questo sito contribuisce alla audience di