Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: FRANCO PATONICO

Filastrocca d'l cuntadin'

Filastrocca d'l cuntadin'

Com'tutt'l'matin'
sve (ggh) ia'l gall'ma l'galin'

senza arlogg (i) lù sa l'ora
e dal pular'l'manda fora.

'L cuntadin's'alza dal lett'
e'l piccion'vien'giù dal tett';

anch'la cioccia sgappa prest'
sa i pulcini dal canestr',

ma la gatta arman'da sola
a durmì sopra la rola.

C (i) 'ha'l vitell''na s (e) ttimana
e prend''l latt'da la mungana;

'l maial'par ch'sarnocchia
e nt'l trocc's'pastrocchia.

Già scudinzula p'l'ara
'l cagnulin'ma la v (e) rgara

e'l sumar'nun c (i) cred'
ch''l caval'dorm'in pied'.

C'è'l din don ch'fa la rota
e nt'la pozza'l pesc (e) nota,

anch'l'anitra c (e) sguazza,
l'oca fugg (e) e starnazza.

La capra zompa dal fienil'
e ruba l'erba ma'l cunil'.

Chi n'fa gnent'e chi fatiga,
'l passarin'pia'na muliga;

'l rundon'ancò nun vola,
filastrocca campagnola.

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: FRANCO PATONICO
    Riferimento:
    Filastrocca in dialetto senigalliese (Città Senigallia - prov. An).

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:4.00 in 6 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti