Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Samuele Gervasio

Nato venerdì 7 aprile 2000 (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi.

Scritta da: museo sGrammatico

Cocktail volanti

Mirko piccolo bambino ma già grande disegnatore
il cui talento fin da subito fece clamore e scalpore.
Un padre ormai perso nell'amaro "spirito"
aiuto per un dolore fin troppo esplicito,
ormai entrambi senza materno in famiglia
vedendo tutti i giorni rotear più d'una bottiglia.
Mirko guardava quei cocktail volanti
insieme a bicchieri in mani ormai tremolanti,
nel suo quaderno disegnava tutto ciò che vedeva
qualsiasi cosa accadeva
matita sul foglio toccava e corrreva
una riga nasceva
una storia viveva
una ragazza cadeva
nel vento volava
un passante piangeva
un'ambulanza suonava
il bar si svuotava
e la bottiglia fluttuava.
Flutttuava nel vuoto per quei pochi secondi,
pochi ma giusti per crear nuovi mondi,
Mirko osservava sempre troppo stupito
quel ragazzo dietro al bancone ormai a sera sfinito
e quei cocktail volanti non troppo distanti
come si guardan di notte le stelle cadenti.
Mirko colorava ed il padre beveva,
il padre beveva e Mirko guardava,
guardava incapace quell'orrida scena
non dell'incidente
ma d'un padre incosciente
a dir poco indecente mentre s'avvelena.
Mirko soffriva la materna mancanza,
Mirko subiva una paterna arroganza,
malsana infanzia per un piccolo artista
obbligato a vivere in un mondo alcolista,
mondo non scelto ma ormai quotidiano
mondo crudele e troppo spesso villano.
Samuele Gervasio
Composta mercoledì 8 marzo 2017
Vota la poesia: Commenta