Novembre

È che quando t'allunghi
speri sempre che non si spenga il cielo.
E se dovesse spegnersi
speri sempre che sia a Maggio e non a Novembre,
perché a Novembre c'è già il freddo
a spegnere il cielo prima di tutti.
È successo che mi hai sorriso
e ho spento la luce all'inverno.
È successo che barcollando
tu mi hai dato la mano.
Mani d'argilla, ma pur sempre mani.
Ma l'argilla s'impiglia col freddo
e s'è sciolta nel cielo.
A quel punto, s'è visto Novembre.
Sabrina Saturno
Composta mercoledì 3 agosto 2011
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di