Scritta da: Nello Maruca

Il garofano

Era un giugno luminoso
che compare rigoglioso,
nell'orto del mio ostello,
il garofano assai bello.

Nasce accosto alla rosa
che da un po' s'era già posa
là, nel mezzo alle viole
per far splendere più il sole.

Il garofano all'istante
rende il sol'incandescente
giacché in faccia gli riflette
com'esso alle alte vette.
Nello Maruca
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Nello Maruca

    CL

    Ben trenta gioni seguita torpore
    e a quella vita da briosa e sveglia
    intrappolata in serrata tenaglia
    manca la forza di saltare fore:

    Cervello da destro a manco settore
    or si rimove lesto e si frastaglia * * Campeggia
    e nuova ricomincia altra battaglia
    dando a ogni cosa giusto valore.

    Abbia ogn'avvenimento suo percorso;
    è razionalità che ciò comanda
    e bizzarro è pensar stornarne corso.

    Nessun potrebbe dare impulso inverso
    a nave cui nocchier gestisce l'onda;
    sarebbe rivoler giorno decorso.
    Nello Maruca
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Nello Maruca

      Cxl

      Scorre lento lo tempo e par ch'io invecchi,
      sono quattr'ore di stancante attesa
      e speme che a sottile filo è appesa
      l'alma che sostiene parmi che stacchi.

      Chiudonsi alla prece gli stanch'occhi
      quando mia speme già volge alla scesa
      e tosto è sobbalzo a dare ripresa
      mentre campana suon dodici tocchi.

      Martella il core in petto e non si cheta
      ch'ansia da presso formenta e punzecchia
      e alma d'apprensione da corpo è spulsa.

      Nessun pensiero più nel senno specchia
      ch'ogni ragionamento è di ripulsa
      e soltanto il niente è di senno meta.
      Nello Maruca
      Composta domenica 31 ottobre 2010
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di