Scritta da: Michela

Sillabe nude

Posseggo sillabe nude, scivolano tra le dita sporche di inchiostro e sale.
Annuso questo figlio bianco, ricettacolo di passioni e segreti, di menzogne e sospiri.
Intrise le righe di imperfetto sentore, tra antichi merletti scivolo.
Assillo i pensieri grattandoli piano, mi osservi muto e io ti vedo.
I tuoi occhi mi leccano la schiena.
Si rifugiano sui morbidi seni.
Ripieghi le parole tra le ombre oscure di quella notte.
Nessun bacio d'addio che sigilli il peccato.
Mi sarei data guardandomi dentro.
Michela Dall'Armellina
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Michela

    Mani

    Non ho altro che le mie mani vuote da darti...
    non ho giochi ne balocchi...
    niente rose sospirose o polverose note...
    parole appese come ragnatele, leggere...
    parole che scivolano su questo stanco volto...
    ... parole Inconsapevoli di emozioni sfuggevoli...
    Michela Dall'Armellina
    Composta giovedì 27 maggio 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Michela

      Foto ricordo

      E mi troverai tra i fili d'erba...
      mi troverai tra i raggi del sole che pigro la sera scende nel mare...
      e mi troverai tra le dita dei poeti sporche d'inchiostro...
      mi troverai tra sussurri e respiri...
      i sospiri infiniti di lunghe notti infinite...
      e mi troverai tra le mani che sfiorano l'aria...
      mi troverai nel silenzio che urla dentro te...
      e mi troverai tra i petali sgualciti di una rosa...
      mi troverai tra le pieghe dei tuoi sogni...
      e mi trovi sempre in un cassetto con vecchie foto ricordo nel tuo cuore...
      Michela Dall'Armellina
      Composta martedì 1 febbraio 2011
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di